La storia di Klikkina

6. Nessie

I nostri amici decisero di fare un giro nella bella baia di Stoccolma e salparono trasportati da Dolphy .

 

Durante la navigazione all’improvviso davanti a Dolphy si levò un’onda enorme nella quale brillavano dieci grandi cerchi simili a occhi e una specie di voragine scura simile a una bocca.

 

 

 

I nostri amici non fecero in tempo nemmeno a rendersi conto di che cosa stesse succedendo perché si ritrovarono inghiottiti dalla voragine.

Quando si ripresero dallo spavento si ritrovarono ancorati in fondo a qualcosa di molliccio che sembrava la pancia di un grande pesce, intorno si notavano pesci, molluschi, alghe e purtroppo anche tanta spazzatura.

Il primo a riprendersi fu Stone che esclamò : ” amici, ho l’impressione che siamo finiti dentro la pancia di un enorme mostro marino”.
“Stone forse ha ragione, disse Klikkina, chiederò aiuto a Luxy la mia sorellina cosmica, con il pensiero”.

La risposta di Luxy arrivò quasi subito: ” Ho navigato nella Cosmos-net (la nostra Enciclopedia Cosmica ) e ho rintracciato le origini del mostro che vi ha ingoiato. Si tratta di “Nessie”. Una “brontosaurina” che per milioni di anni ha vissuto nel lago di Loch Ness, in Scozia. Stanca di nuotare sempre nelle stesse acque e triste perché i visitatori del lago la consideravano un mostro, Nessie decise di fuggire per arrivare sino all’oceano, dopo un lungo e avventuroso viaggio…”

Nessie non è un mostro, come tutti credono, ma come risulta nella Cosmos-net, un mini-dinosauro, sopravvissuto alla specie che aveva abitato la Terra milioni di anni fa.

Le insidie dell’Oceano: enormi piovre, balene clonate, molluschi venefici, ricci all’antrace, polipi assassini, gamberi all’uranio, hanno costretto Nessie a nutrirsi con i rifiuti che gli uomini gettano nel mare.

A furia di mangiare veleni Nessie ha subito una trasformazione, diventando un mostro marino con dieci occhi e una grande bocca. Il suo cuore però è rimasto tenero e sensibile.

Ecco la definizione di MOSTRO della “Cosmos Enciclopedia”:

“spesso i mostri non nascono tali, sono le energie negative che trasformano gli esseri viventi. Per questo è importante fare cose positive per l’ambiente e le persone che ci circondano.”

“Tutti gli esseri umani che praticano VIOLENZA, IPOCRISIA ed EGOISMO generano dei mostri”

Ecco ora le istruzioni per uscire dalla pancia di Nessie.

MA COME FARE PER USCIRE DALLA PANCIA DEL MOSTRO?

A Dolphy venne una fantastica idea e iniziò a fare il solletico a Nessie con la sua coda. Nessie scoppio a ridere e non la smetteva più, così i nostri amici corsero fuori !

Ma continuando a ridere Nessie riuscì a sputare tutti i rifiuti che galleggiavano da anni nella sua pancia e finalmente libera da tutta la spazzatura si ritrasformò in una brontosaurina.

 

 

 

Finalmente fuori, i nostri amici riescono a parlare a Nessie con il liguaggio dei fiori, che essendo nato insieme alla terra e a tutti gli esseri che popolano il nostro pianeta, è anche la lingua dei brontosauri.

– “Ciao Nessie” disse Klikkina “dentro la tua pancia, non immaginavamo che tu potessi essere così carina e siamo contenti di averti conosciuto”

” Si, si, si,….. siamo proprio tutti contenti di conoscerti ” urlarono in coro tutti !

– ” Anch’io sono felice, e vi ringrazio tanto per avermi guarito “.

– ” ma ora, non vorresti tornare nel tuo lago?” aggiunse Klikkina

“Così i bambini della Scozia finalmente sapranno che tu non sei un mostro ma una simpatica brontosaurina e forse ti faranno un piccolo monumento come quello della Sirenetta di Copenaghen e chiunque andrà in visita al lago ti potrà vedere”

– ” Si Si” disse Nessie ” Ma come fare” ?

” Non c’è problema ” rispose Klikkina

– “Con le mie energie cosmiche e dopo il tuo giuramento dei fiori, con il potere cineteleforetico in pochi secondi ti ritroverai  a Loch Ness.” (Se non vi ricordate il giuramento andate alla terza puntata …)

Nessie aggiunge – “Grazie amici, se potete andate a visitare le Galapagos, sono delle bellissime isole che ho visto nei miei viaggi. lì ho conosciuto una tartaruga millenaria, Carmencita, potreste incontrarla e dirle che sto bene e sono tornata a casa, proprio lei mi aveva raccontato la storia della Sirenetta”

– “Sarà fatto” risposero in coro i nostri amici.

Nessie pronunciò il giuramento poi tutti si scambiarono tanti bacioni: “ciao , ciao , ciao, arrivederci, arrivederci !”

– “Ciao Nessie, verremo un giorno a trovarti, intanto porta i nostri saluti a tutti i bimbi scozzesi ” Dissero in coro i nostri amici.

– Klikkina si concentrò : ” Tin klin, in volo verso le acque di Loch Ness “!

 

Dopo una manciata di secondi, già nuotava felice nelle acque limpide del suo lago.

Qui sopra potete trovare la mappa del lago e scoprire dove si trova

Potete anche  farvi un viaggetto a Loch Ness: klikkate qui sotto.

Vai a Lock Ness

Noi intanto ci prepariamo per andare alle Galapagos.

 

 

 

Condividi: